Crea sito

Abbanoa riallaccia il contatore idrico in casa del disabile - Alà dei Sardi - Blog - Alà dei Sardi

Alà dei Sardi
Un Paese da vivere e scoprire
Title
Vai ai contenuti

Abbanoa riallaccia il contatore idrico in casa del disabile

Alà dei Sardi
Pubblicato da in Cronaca ·
Tags: abbanoa
Antonio Apollinare Pigozzi ha di nuovo l’acqua corrente in casa. Ieri il 64enne di Alà dei Sardi, affetto da una disabilità che lo costringe in sedia a rotelle dalla nascita, si è visto riallacciare il contatore dell'acqua che gli era stato staccato da Abbanoa per l’accumularsi di bollette non pagate per un totale di 58 mila euro, mai contestate dall’uomo nonostante fosse evidente che il problema era legato a delle perdite. Pigozzi aveva così smesso semplicemente di pagare perché non ce la faceva con la sua povera pensione. «Ringrazio chi mi ha aiutato in questa disavventura – dice Pigozzi –: La Nuova per la risonanza data alla mia storia, il sindaco Mario Carta e Cittadinanza Attiva».
Abbanoa ha infatti confermato con un comunicato che «è stata attivata la procedura di conciliazione. Come già sottolineato, da parte nostra c’era tutta la disponibilità a trovare una soluzione per il caso dell’utenza slacciata perché aveva accumulato nel corso degli anni un’ingente morosità senza, peraltro, mai contestare i consumi addebitati».
La conciliazione paritetica è un servizio gratuito che il gestore unico ha attivato, in questo caso, in collaborazione con l’associazione Cittadinanza Attiva. Consente di risolvere le controversie in maniera bonaria senza ricorrere a cause legali. Martedì prossimo i conciliatori di Abbanoa e dell’associazione dei consumatori si siederanno attorno a un tavolo – spiega l’ente idrico – per concordare una proposta di conciliazione che sarà sottoposta al cliente: nel 90 per cento dei casi si trova una soluzione condivisa. Sarà innanzitutto verificata la causa dei consumi anomali che ha generato la consistente morosità. Pigozzi ha già assicurato di aver fatto dei lavori sull'impianto idrico interno alla sua abitazione. Presentando la ricevuta di un tecnico e le relative fotografie, sarà possibile ottenere lo sconto dei canoni di fognatura e depurazione. In base al reddito, inoltre, si potrà applicare la tariffa agevolata “no tax” e lunghi piani di rientro per il debito residuo.
«Sono agevolazioni che il cliente avrebbe potuto richiedere prima dello slaccio – aggiunge Abbanoa – ma non ha mai presentato alcuna istanza o contestazione. Lo slaccio era atto dovuto».



Copyright 2006-2018 www.aladeisardi.org All Right Reserved




Torna ai contenuti