Alt alla conciliazione per il disabile di Alà in rotta con Abbanoa - Alà dei Sardi - Blog - Alà dei Sardi

Alà dei Sardi
Un Paese da vivere e scoprire
Title
Vai ai contenuti

Alt alla conciliazione per il disabile di Alà in rotta con Abbanoa

Alà dei Sardi
Pubblicato da in Cronaca ·
Tags: abbanoapigozzi
È in alto mare la conciliazione tra Antonio Apollinare Pigozzi e Abbanoa. Il 64enne invalido di Alà dei Sardi aveva ricevuto, un mese fa, una bolletta di quasi 60mila euro. Poi, lo slaccio del contatore e il riallaccio, dopo qualche giorno, grazie all’aiuto del sindaco e di Cittadinanzattiva si è arrivati, come prescrive la legge, ad una conciliazione tra le parti. «La società Abbanoa vuole far firmare un verbale di conciliazione dove non è specificata la cifra che, comunque, Antonio Apollinare Pigozzi dovrà pagare – spiega Antonella Meloni, coordinatrice provinciale di Cittadinanzattiva –. Pigozzi accetta il verbale di conciliazione, con riserva, aspettando di sapere il giusto importo che dovrà pagare. In sede di conciliazione, infatti, non è stato quantificato l’importo. Invece Abbanoa chiede di firmare entro oggi (ieri per chi legge ndc). Come si fa ad accettare una cosa a scatola chiusa?».
Se non si firma la conciliazione Abbanoa provvederà a smontare il contatore un’altra volta. Così ha risposto Abbanoa all’associazione gallurese. Anche Antonio Apollinare Pigozzi non ci sta: «È assurdo che si possa accettare un’offerta senza sapere l’importo che andrò a pagare. Mi hanno detto che mi scalcolano fognatura e depurazione per alcuni anni. Ma non so a quanto ammonti lo storno e quanto sarà la reale bolletta da pagare. Vogliono che firmi subito per chiudere la pratica. Io posso accettare la conciliazione solo con riserva. Devo sapere quanto dovrò pagare. E non voglio neanche pensare di poter restare di nuovo senz’acqua». Il signor Pigozzi, a seguito della vicenda è stato male per diversi giorni e minaccia di arrivare dal prefetto: «Porterò tutto dal prefetto o da chiunque mi possa aiutare in questa disavventura». In parole povere: Abbanoa chiede che se il verbale di conciliazione non viene accettato così com’è (senza cifra specifica da pagare) sarà staccato il contatore. «Abbiamo risposto che non si accetterà, senza riserva, nessun verbale senza cifra specifica da pagare - spiega ancora Antonella Meloni - e sul paventato slaccio del contatore, abbiamo diffidato Abbanoa dal farlo, ricordando la grave situazione di disabilità di Antonio Apollinare Pigozzi che non potrà che aggravarsi ulteriormente in seguito alla mancanza di acqua. Non è la prima volta che in conciliazione nascono diversi altri problemi». 



Copyright 2006-2018 www.aladeisardi.org All Right Reserved




Torna ai contenuti