Crea sito

Cori polifonici in passerella - Alà dei Sardi - Blog - Alà dei Sardi

Alà dei Sardi
Un Paese da vivere e scoprire
Title
Vai ai contenuti

Cori polifonici in passerella

Alà dei Sardi
Pubblicato da in Cronaca ·
Tags: coripolifonicisant'austinu
Il paese per una sera si è trasformato in una piccola capitale dei cori polifonici. Il 27 dicembre ad Alà dei Sardi, nella parrocchia di Sant’Agostino, è andata in scena la serata «Bonas fines e menu prinzipios». Una manifestazione firmata del coro Sant’Austinu di Alà. Una bella festa all’insegna della musica polifonica di canti tradizionali per cori maschili.
Per l’occasione la compagine alaese ha invitato i cori di Ittireddu, Cuncordu Santu Nigola, Matteu Peru, Omines agrestes e Baronia. Hanno partecipato come ospiti di eccezione il tenore Santu Franziscu di Alà e alcune coppie di ballo. La serata, presentata da Francesco Spanu, ha incantato il numeroso pubblico grazie al vasto repertorio portato sull’altare dai cori protagonisti del concerto, che hanno spaziato dai brani natalizi più popolari a quelli nettamente più impegnativi. Il coro Sant’Austinu, per l’occasione, ha ufficialmente presentato il brano «Fiore Galanu», vincitore di una menzione speciale all’ultima Biennale ozierese. Tra le note positive la presenza di Anna Mossa del coro Omines agrestes, unica direttrice donna, e la comunicazione dell’assegnazione del riconoscimento «Padre del folklore 2014» a Giovannino Soro, del coro Matteu Peru, da parte della Federazione italiana tradizioni popolari.
L’associazione Sant’Austinu, presieduta da Renzio Leoni, è nata nel 2013 ed è composta da 25 elementi diretti dal maestro Silvio Bossi. Possiede già un vasto repertorio che va dai canti popolari più conosciuti a diversi brani inediti. Partecipa a diverse manifestazioni, fino appunto alla Biennale ozierese che si è tenuta lo scorso 20 dicembre, riscuotendo non poco successo. Sant’Austinu sta già lavorando ad altri progetti, con la speranza che le istituzioni, già attenti alle esigenze dell’associazione, si dimostrino ancor più sensibili al lavoro organizzativo necessario ad architettare eventi come quello andato in scena il 27. (d.b.) 



Copyright 2006-2018 www.aladeisardi.org All Right Reserved




Torna ai contenuti