Turismo interno, Alà punta al rilancio degli antichi siti - Alà dei Sardi - Blog - Alà dei Sardi

Alà dei Sardi
Un Paese da vivere e scoprire
Title
Vai ai contenuti

Turismo interno, Alà punta al rilancio degli antichi siti

Alà dei Sardi
Pubblicato da in Cronaca ·
Tags: turismocuboness'achilemazore
Recuperare vecchie strutture nel territorio comunale e ridare loro una nuova vita è lo scopo degli interventi messi in campo dall’amministrazione comunale di Alà dei Sardi su “Sos Cupones” e “S’acchile mazzore”. L’obiettivo è anche quello di incentivare il turismo delle zone interne e di creare opportunità di lavoro, soprattutto tra i giovani. Si sta, anche, valutando il modo di affidare i siti a giovani o cooperative una volta terminati i lavori di ripristino. Per adesso sono entrambi in fase di appalto. Per “Sos Cupones”, spiega bene il sindaco Mario Carta cosa si intende fare: «La riqualificazione dell’area di valenza ambientale, storica e naturale del fabbricato Sos Cupones sarà fatta senza interventi edili, solo con il ripristino della viabilità di accesso al sito, della scalinata e dei muretto a secco, nonché la messa in sicurezza d’accesso stesso mediante posa in opera di staccionata in legno lungo il percorso di accesso e la sistemazione dell’area mediante la rimozione del pietrame da campo e il riutilizzo nei muretti a secco da cui provenivano». E, il primo cittadino, inoltre, aggiunge: «L’intervento verrà eseguito nel massimo rispetto dell’ambiente circostante, infatti, non è previsto nessun abbattimento di piante di qualsiasi genere né lo scavo di entità notevole». Il costo dei lavori si aggira attorno ai 64mila euro. Per il secondo intervento, quello sulla struttura de “S’acchile mazzore” l’importo complessivo del progetto è pari a 90mila euro reperibili dal progetto “Tra la Gallura e Monte Acuto: da Li Stazzi a Sas Pinnettas”-Psl Gal Alta Gallura–Gallura”. «Si prevede di ristrutturare, nei tratti dove si denotano crolli, i muri in pietrame da campo, sia quello della recinzione realizzato in pietrame murato a secco per 20 metri sia quelli che delimitano le aiuole per 35 metri – illustra il sindaco Carta -. Otto sedili (e rispettivi sostegni) delle tavolate nelle zone sosta saranno realizzati ex novo. Si prevede di realizzare un muro in pietrame da campo con malta cementizia come protezione al terrapieno
situato nel retro del fabbricato, nonché di ampliare la pavimentazione in pietrame fugato con malta cementizia nelle zone dove si intende realizzare, con pilastri in granito e struttura inclinata in legno, una veranda coperta al fine di proteggere dalle intemperie i portelloni in legno». 



Copyright 2006-2018 www.aladeisardi.org All Right Reserved




Torna ai contenuti