Crea sito

Alà dei Sardi - Diego Marchioro diventa Diacono, Alà in festa - Alà dei Sardi

Alà dei Sardi
Un paese da vivere e scoprire
Chirca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Alà dei Sardi - Diego Marchioro diventa Diacono, Alà in festa

Notizie > 2015

Diego Marchioro diventa Diacono, Alà in festa

Domenica, nella giornata di Cristo-Re, la chiesa parrocchiale di Sant’Agostino si è rivestita di festa per l’ordinazione diaconale del giovane seminarista Diego Marchioro. Il diaconato, come è noto, è un ordine sacro che, nel caso dei seminaristi, prepara al successivo traguardo del sacerdozio.
Durante la settimana la comunità, in occasione di questo evento, si è riunita per dei momenti di preghiera e di catechesi per comprendere al meglio e riscoprire il senso del servire oggi.
Alle ore 17 sulle note di “ Tu solo Signore sei degno”, fa il suo ingresso in una chiesa stracolma la lunga processione di sacerdoti, ministranti, seminaristi. Alla celebrazione eucaristica, presieduta da S.E. Mons. Corrado Melis, erano presenti oltre ai sacerdoti diocesani e non, i seminaristi del seminario maggiore di Cagliari, compagni di corso di Diego, i seminaristi di Ozieri e le autorità politiche e militari.
Diversi i momenti emozionanti della liturgia, il primo quando l’ordinando è stato presentato da Don Vittorio, il quale ripercorre un  pò la vita di Diego: l’adolescenza, periodo in cui il giovane alaese inizia a vedere in Cristo il suo modello da cui ricevere fiducia e a cui dare fiducia. Poco dopo matura la decisione di entrare nel seminario per iniziare la sua formazione umana, spirituale e teologica in vista del discernimento definitivo e in preparazione al ministero sacerdotale. La formazione pastorale e teologica di questi  5 anni lo hanno aiutato a prendere in mano la sua vita e a volerla consegnare a Dio.
Dopo di che la parola è passata a Monsignor Corrado per l’omelia: “Oggi la Chiesa di Ozieri,e non solo, ma tutta la Chiesa intera, vive un momento di grazia, oggi giunge lo Spirito Santo per rendere più ricca la nostra Chiesa attraverso l’ordinazione di un diacono. Questa è una grande gioia per tutti e per la diocesi che può continuare a guardare il futuro con speranza”.
L’Eccomi pronunciato da Diego, lo unisce per sempre alla vita di Gesù e qui si rifà ad un pensiero di Sant’Ignazio di Loyola «sentì tale cambiamento nell’anima sua e vide con tanta chiarezza che Dio Padre lo univa con Cristo, suo Figlio, che non avrebbe mai potuto dubitare di questo fatto, che cioè Dio Padre lo metteva con il proprio Figlio». E continua affermando che Lo Spirito Santo, con il suo fuoco bruciante, imprimerà in te, Diego, i lineamenti di Gesù che è venuto per servire e non per essere servito. Cristo è il testimone fedele, colui che non ha avuto paura, ha offerto se stesso sulla croce, così Diego e tutti noi dobbiamo vivere questa testimonianza fedele”.
Dopo la presentazione dell’ordinando e l’omelia, l’eletto ha risposto alle interrogazioni del vescovo per poi prostrarsi supino dinanzi a lui durante il canto delle litanie. Attraverso il rito dell’imposizione delle mani sul capo egli ha ricevuto il diaconato, primo grado dell’Ordine sacro della Chiesa Cristiana, tappa antecedente il sacerdozio. Il cerimoniale si è concluso con il rito della vestizione degli abiti diaconali e la consegna del Libro dei Vangeli.  A questo punto la messa è continuata, in un clima di grande gioia, con la recita del Credo e con la liturgia eucaristica.
In questa circostanza si vuole ricordare che la festa odierna non è solo la festa del seminarista che diventa diacono, ponendosi così in via definitiva al servizio della Chiesa e dei fratelli. Quella di oggi è anche la festa di tutta la comunità, quando un giovane diventa diacono e poi sacerdote, infatti, la scelta è la sua, ma a fianco e dietro di lui ci sono i suoi educatori, i suoi compagni di Seminario e soprattutto i suoi genitori e familiari. Senza di loro tutto sarebbe più difficile e più lento.

Alà dei Sardi, 23/11/2015


 
Copyright © 2006 - 2017  www.aladeisardi.org  All Rights Reserved
Powered by Alberto Contu
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu