Crea sito

Alà dei Sardi - Europei di Cross, Alice Cocco si fa onore in Bulgaria - Alà dei Sardi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Alà dei Sardi - Europei di Cross, Alice Cocco si fa onore in Bulgaria

Notizie > 2014

Europei di Cross, Alice Cocco si fa onore in Bulgaria
L’atleta alaesa era alla prima esperienza internazionale

Si è conclusa con un 44° posto l’avventura di Alice Cocco nella gara junior femminile dei 21° Campionati Europei di Corsa Campestre, disputatosi ieri a Samokov in Bulgaria. Una bella prova per Alice, che per la prima volta l’ha vista vestire la maglia azzurra e competere con le migliori d’Europa. Sicuramente le condizioni non erano ideali per gareggiare, ma nel cross bisogna aspettarsi di tutto, anche la neve. La località scelta per questi campionati infatti si trova a 1350 metri di quota e nei giorni precedenti la gara una fitta nevicata ha imbiancato la cittadina Bulgara sino a costringere gli organizzatori a modificare leggermente il percorso della gara. Il giorno della competizione per fortuna non nevica, ma la temperatura è abbondantemente sotto lo zero, quindi gli atleti dovranno affrontare un percorso molto pesante misto tra ghiaccio, neve e fango. La prima gara a partire è proprio quella della categoria junior femminile sulla distanza dei 3857 metri dove è presente Alice Cocco con le sue compagne di squadre azzurre (Nicole Reina, Camilla Matese, Anna Stefani, Angelica Olmo e Costanza Martinetti), per un totale di 76 atlete partecipanti.
Il percorso prevede 3 giri corti e 2 giri lunghi, Alice parte decisa e si porta subito tra le prime venti posizioni sino a transitare quando manca ancora un giro al 13° posto, e proprio l’ultimo giro a rovinare questa bella prova, infatti un malessere la costringe a rallentare in maniera evidente il ritmo e concludere la gara al 44° posto con il tempo di 15:41 ad 1:28 dalla vincitrice (la turca Emine Tuna). Lontane dal podio anche le altre italiane presenti che hanno colto un discreto ottavo posto a squadre.
Tanto rammarico per Alice che poteva arrivare in posizioni più prestigiose, ma rimane grande la soddisfazione di essere arrivata a questo traguardo dopo tanti sacrifici e dopo aver superato mille problemi fisici, e farsi un’importante esperienza internazionale che le servirà in futuro, sicuramente ci saranno altre occasioni per dimostrare il suo grande valore.

Samokov (Bulgaria), 15/12/2014  - (Foto Fidal/Colombo)


Torna ai contenuti | Torna al menu